Storia

A. GiordaniL’Asilo Infantile di Cento fu istituito da una società di azionisti comprendente  esponenti della vita pubblica e privati cittadini nel 1870 e la sua attività fu riconosciuta  ufficialmente con Reale Decreto del 1 febbraio 1872.

Il movimento che aveva come scopo quello di dotare la nostra città di un asilo infantile aveva preso le mosse il 2 novembre 1868 per iniziativa di un gruppo di centesi guidati dall’ingegner Antonio Giordani, allora ingegnere comunale. Da documenti presenti nell’archivio dell’ente sappiamo che il prezzo di ogni azione era stato fissato in lire 6 annue  e che il numero dei primi azionisti era di 238.  Il 9 dicembre dello stesso anno fu eletto il primo Consiglio di  Amministrazione ed il suo presidente, il Cavalier Giuseppe Borselli, sindaco e presidente della neonata Cassa di Risparmio di Cento, che rimase in carica fino alla sua morte.

L’apertura dell’Asilo avvenne solennemente il giorno 11 luglio 1870. L’istituto ospitava allora quarantasette  bambini ed il personale era costituito da una direttrice, la signora Alessandra Boyer, da due maestre e da due inservienti. Alla signora Boyer subentrò poi Emilia Debutti, che ricoprì l’incarico di direttrice per oltre trent’anni e ricevette per questo una onorificenza reale.

In seguito alla morte del cavalier Borselli nel 1892 fu eletto presidente l’ingegner Antonio Giordani, uno dei promotori dell’istituto, che aveva poi sempre fatto parte del Consiglio di Amministrazione, il quale si rese promotore di  un ampliamento dell’edificio e, assieme al fratello Carlo, lasciò in eredità all’ente un consistente patrimonio, le cui rendite hanno permesso all’Asilo di affrontare le peripezie di due conflitti mondiali e di periodi di profonda crisi senza mai dovere interrompere la sua attività.

Asilo Infantile

La gestione della scuola fu poi affidata  per buona parte del secolo scorso dapprima alle suore Serve  di Maria di Galeazza  ed ultimamente alle Missionarie Francescane della Fanciullezza di Pesaro. Attualmente ospita circa cento bambini nell’età della scuola materna ed è gestito con personale laico direttamente dal Consiglio di Amministrazione ispirandosi ai principi della morale e della educazione cattolica.

Allo scopo di ricordare i meriti di uno dei suoi massimi artefici l’Asilo Infantile di Cento, in occasione dell’approvazione del nuovo statuto e del suo riconoscimento di ente di natura giuridica privata, avvenuto da parte del Presidente della Giunta Regionale in data 28 dicembre 1999, ha mutato  la sua denominazione in “Asilo Infantile Ing. Antonio Giordani”.